Brownies vegan al doppio cioccolato e fragole

Vegan brownies semi di chia
Non sappiamo come funziona da voi, ma al Bistrot ogni volta che si cucina qualcosa, qualsiasi cosa, lo scenario che si presenta al pancettino di turno che torna a casa dopo una giornata di lavoro è devastante: praticamente la cucina/sala sembra il set di “The day after tomorrow“…

Tra coppette, cup, bilancia, farine tagliate come il peggior pusher di Caracas e il lavello che implode sotto la catasta di ciotole potete farvi un’idea dell’immagine di home sweet home che si ritrova il nostro malcapitato convivente. Il poveraccio non può nemmeno sperare di consolarsi con una fetta di torta appena sfornata, giammai….prima bisogna attendere i tempi tecnici dello shooting che significano un’attesa biblica in cui viene confermata la regola fisica sul caos che non può che aumentare esponenzialmente, ma questa è un’altra storia^^

Tutto ciò significa che : punto primo non potremmo mai partecipare a trasmissioni culinarie in cui la regola numero uno è tenere la postazione ordinata e pulita, già ci vediamo il Cannavacciuolo della situazione che ci riempie di pacche sulla schiena, probabilmente a fine puntata saremmo a spalmarci di Fastum gel per lenire le contusioni.

A volte però capita che persino noi vorremo poter cucinare qualcosa di delizioso da preparare in poco tempo e sporcando il meno possibile, così nello scegliere una tra le tantissime ricette vegolose del blog della nostra amica  Alice, cui abbiamo avuto la fortuna di essere abbinata nel gioco #Scambiociunaricetta delle Bloggalline, la scelta è ricaduta sui questi brownies vegani sia perché esteticamente ci sono piaciuti sin da subito sia perché era da tempo che volevamo provare i semi di chia in sostituzione delle uova come legante nei dolci vegan. L’unica modifica che abbiamo fatto è l’aver utilizzato le prime fragole siciliane della stagione al posto dei lamponi che non abbiamo reperito…credeteci la ricetta è buonissima, eccezionale, sfornati ieri e scomparsi oggi alle prime luci del mattino!! Si sporca una sola ciotola, si preparano in pochissimo tempo e non servono nemmeno le fruste elettriche, insomma ne siamo davvero rimaste entusiaste! La consistenza è piacevolmente chewy con le gocce di cioccolato fondenti che si sposano alla perfezione con la freschezza della fragola.

Un dolce golosissimo e persino light data l’assenza di olio e ovviamente burro, questi brownies vegan sono promossi a pieni voti!

Grazie Alice, sicuramente questa sarà solo la prima di una lunga serie delle tue ricette vegetariane-vegane che proveremo!

5.0 from 5 reviews
Brownies vegan al doppio cioccolato e fragole
 
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
Autore:
Ingredienti
  • 1 cucchiaio di semi di chia mescolati a 4 cucchiai di acqua
  • 140 g di farina (noi di tipo 1 macinata a pietra)
  • 50 g di fecola di patate
  • 50 g di cacao amaro in polvere
  • 1 cucchiaino scarso di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • 120 g di zucchero integrale di canna
  • 200 ml di latte vegetale (noi di soia)
  • 50 g di gocce di cioccolato fondente
  • fragole fresche affettate q.b.
  • mandorle a lamelle q.b.
Procedimento
  1. Dopo aver pesato tutti gli ingredienti, portate il forno a 180°C statico.
  2. Foderate con carta forno uno stampo rettangolare di ca. 20 x 25 cm, noi abbiamo utilizzato una teglia in ceramica.
  3. Mescolate in un bicchiere i semi di chia con l'acqua, lasciateli riposare e nel frattempo preparate l'impasto.
  4. Setacciate insieme la farina, la fecola ed il cacao in una ciotola capiente.
  5. Aggiungete lo zucchero, il lievito per dolci ed il pizzico di sale e mescolate bene con una frusta, aggiungete i semi di chia ed il latte di soia a filo mescolando con la frusta, fino ad ottenere un impasto liscio e senza grumi.
  6. Aggiungete all'impasto le gocce di cioccolato fondente e mescolate brevemente per distribuirle omogeneamente.
  7. Versate l'impasto dei brownies nella teglia, distribuite sulla superficie le fettine delle fragole senza spingererle e lemandorle a lamelle.
  8. Infornate e lasciate cuocere i brownies per 20 minuti, dopodiché sfornateli e lasciateli intiepidire leggermente prima di servirli.
  9. Con un coltello affilato tagliateli nei tipici quadrotti, a noi ne sono usciti 12 :)

 

Vegan chocolate brownies

come fare i brownies
brownies strawberries
brownies vegani fragole
Brownies how to
Fragole

Con questa ricetta partecipiamo al gioco

gioco

Comments

  1. says

    Io al contrario sono una precisina (anche troppo) e quindi la mia cucina è sempre in ordine, anche mentre sto cucinando 😀 Ma l’attesa biblica dopo il dolce sfornato, quella purtroppo tocca anche alla mia metà, e se per caso osa disturbare la mia concentrazione durante lo shooting… si salvi chi può! Pian piano sta imparando la lezione, mi interrompe quasi solo se non può farne a meno 😀
    Come immaginavo, con i vostri brownies avete trasformato i miei occhi in cuoricini come quelle meravigliose fettine di fragola! Non vedo l’ora di trovare anche io delle ottime fragole italiane per provare questa versione! E’ stato un vero onore e piacere giocare con voi, a presto <3

    • says

      Alice ci siamo divertite tanto a giocare con te e sopratutto siamo davvero felici di questa scelta che ci ha fatto scoprire una ricetta deliziosa che sicuramente replicheremo spesso e poi dobbiamo ancora provarli con i lamponi!
      Beata te che sei ordinata in cucina, non sai quanto ti invidiamo 🙂
      Grazie a te ci è venuta voglia di sperimentare qualche altro dolce vegan anche perché se sono tutti buoni come questo non hanno nulla da invidiare alla pasticceria più calorica!
      Un abbraccio grande!!

  2. says

    Ecco, da me è lo stesso, con la differenza che la mia cucina misura poco più di un metro quadrato e quindi gli oggetti si impilano pericolosamente ovunque, la sporcizia si infila negli anfratti più assurdi e poi candidamente lascio un gran casino tutto per il mio amore che adora ripulire 😉 Magari con questi brownies meriterei il perdono….
    Un bacio pancettine belle 🙂

    • says

      Fortunate anche noi ad avere uomini piuttosto collaborativi con le pulizie di casa 😀 Cercano anche di non lamentarsi più di tanto perché poi sanno che qualcosa di buono da addentare ci scappa sempre^^
      Un abbraccio Tati!

  3. says

    L’ordine non è assolutamente una delle mie prerogative quando cucino, quindi vi capisco alla perfezione! La situazione poi è peggiorata esponenzialmente da quando faccio anche le foto passo-passo per ifood…la mia dolce metà non sa neanche dove posizionarsi quando mi metto all’opera in cucina, ma mi faccio sempre perdonare preparando una mono porzione da assaggio per lui, che così non deve aspettare con impazienza i miei tempi biblici per le foto…lo trovo un giusto compromesso! Questi brownies sono spaziali, e anche io ho un sacco di ricettina prese dal bloga di Alice che non vedo l’ora di poter realizzare! Vi abbraccio forte e rubo un quadrotto di brownies…visto che non hanno le uova sono perfetti per me! Tanti bacini Pancettine e buona serata

  4. says

    Con i passo passo le cose non possono che peggiorare^^ Ma sai che ci hai dato proprio un’ottima idea?! Ecco quale stratagemma serviva…la monoporzione!!! Geniale ciliegina 😀
    Questi brownies li abbiamo davvero adorati, te li consigliamo perché non hanno nulla da invidiare ai brownies classici, anzi!!!
    Tantissimi baci tesoro, buona serata!

  5. says

    Non ti dico quanto io sia diventata caotica in cucina. Se cucino per lavoro, appena sporco una ciotola, la pulisco, ricordandomi le famose parole dello chef che un cuoco deve sempre avere la postazione in ordine e pulita. A casa, invece, comincio tentando di tenere tutto in ordine, ma finisco sempre a per creare un caos terribile senza neanche rendermi conto di come abbia fatto 🙂 Io vi dico solo che questi brownies li trovo bellissimi e giustificano tutto il casino che si mette in cucina, tra ciotole e set 🙂

    • says

      Anche noi ci proviamo sempre, poi finisce non si sa come a caos^^ per non parlare del set tra pannelli, cavalletti e props che se ne escono da tutte le parti!! Grazie mille Paola, un abbraccio!

  6. says

    anche io ero così..tipo campo dopo sbarco in Normandia ora sono migliorata ed in effetti si lavora meglio.ma quanto sono golosi questi brownies!

  7. says

    Care pancettine, non siete le sole a creare caos in cucina…questi brownies sono uno spettacolo di bellezza e bontà! Cioccolato e fragole. un binomio perfetto di golosità sublime! Le foto poi…sono stupende!
    Bravissime!!!
    Dolcissima giornata!
    Kiss, Laura<3<3<3

  8. says

    Solo se osa entrare in cucinaad osservarmi con l’aria di chi, e’ rassegnato alla follia della propria moglie, scateno l’inferno. Sembro una furia, faccio scappare anche la cagnolina con le code tra le gambe… Nzomma, tra un po’ chiameranno l’esircista! Ma caspita dopo sette anni e fatevene una ragione, si perché le cose non potranno che peggiorare! ?? Ora “pusher”, dopo queste riflessioni, passatemi un trancetto, ho bisogno di constatare la magia di questi semi di chia, forse saranno capaci di farmi diventare piu’paziente. Qui ci vuole un miracolo, ma la speranza e’ l’ultima a morire!
    Ciao fanciulle belle, spacciatrici di risa e riflessioni!

    • says

      Hihihihi Dami, all’esorcista in effetti non avevamo ancora pensato, ma mi sa che ci vorrebbe proprio in certe occasioni^^ Siamo certe che il tuo amore potrà perdonarti per tutte le delizie che poi si ritrova a tavola!! Un abbraccio grande bellezza!

  9. says

    perchè per un attimo mi sembrava di essere entrata dalla porta del vostro Bistrot e guardarvi??? Comunque una bellissima immagine si è stampata nella mia testa, un caos ordinato dove comunque tutto è dove dovrebbe essere…
    E quanto mi piace questo vostro gioco!!! Bravissime!!!

  10. says

    ma che belli sono e l’abbinata cioccolato e fragole è mitica!!! impossibile non dedicare un doverosissimo shooting fotografico 😉 …a me capita di preparare qualcosa e di allestire, in un angolo della cucina il famigerato”set” (per me poca cosa , visto quanto sono minimal!) e chiunque si azzardi a “sfiorare” qualcosa si prende un urlo della sottoscritta “non toccaaaaateeeee nienteeee” da vera psicopatica.
    lo sanno e mi lanciano occhiate di compatimento.
    sul disordine in cucina mi vien da ridere ! io uso di tutto, ma tipo venti cucchiai, forchette, coltelli, piattini, ciotole: non li lavo ma li prendo, ogni volta che serve, puliti dal cassetto e poi li butto nel lavandino 🙂 mi vedesse Cavanacciuolo!!!! ah ah ah baci care!!!

    • says

      Robiiii anche noi facciano cosi…se il lavandino si potesse dare alla macchia durante i nostri pomeriggi bistrot useremmo il forno per nascondere tutto !! E’ così comodo prendere le cose dal cassetto e fingere che non ci sia un dopo che ci godiamo il momento e ci lamentiamo poi come da migliore tradizione! Anche noi ultimamente siamo super affascinate dai set minimal anche se poi nella pratica cediamo alla tentazione di inserire props, mani e quanto la casa mette in mostra..^^ Allora per un’eventuale sessione di cucina insieme ricordiamoci di un lavandino a 4 vasche!! baciiiiiiiiii

      • says

        solo leggere “eventuale sessione di cucina insieme” mi ha fatto sorridere gli occhi e il cuore!!! 🙂
        e poi bè…4 vasche ? doverose!!! ri – baci

  11. says

    OGNI VOLTA CHE PREPARO QUALCOSINA IN CUCINA NON SI CAPISCE PIU’ NIENTE, COME VOI NON SONO ASSOLUTAMENTE MANIACA DELL’ORDINE, PER CREARE BISOGNA PASTICCIARE ALTRIMENTI CHE DIVERTIMENTO C’E’???QUESTI BROWNIES SONO UNA VISIONE PARADISIACA, GRAZIE CARE!!!BACI SABRY

    • says

      Ciao Sabri, bello sapere di essere un po’ tutte sulla stessa barca ^^ Non neghiamo una certa ammirazione per chi riesce a mantenere la cucina in ordine durante la preparazione ma se una cosa è più forte di noi che ci possiamo fare!!?? E poi per tutti c’è speranza no??!! Un bacio grande e grazie a te Sabri

    • says

      Siiii Claudia neanche una goccia, in effetti sono sani e golosi e quei pezzettoni di fragole sprigionano una freschezza che fa già venir voglia di costume!! Ci siamo proprio innamorate di questi brownies, se ti capita provali, ti conquisteranno! un bacione

  12. says

    ecco, quando un dolcino è bello da vedere, goloso da morire, facile e veloce da preparare e lo si può sfornare senza avere le cucina devastata (cosa che succede puntualmente anche a me dopo ogni sessione culinario-pasticcera che affronto) allora direi che è davvero il massimo!
    mi tengo da parte la ricetta, la voglio provare presto!
    bravissime, come sempre 🙂
    un bacio grande grande, buona giornata <3

    • says

      Tizi ciao e grazie!! guarda il fatto di sporcare una sola ciotola ha qualcosa di MAGICO, Lo prepari in 10 minuti, 20 di forno e in mezzora hai una merenda sana e golosa o un dopocena d’effetto con fette rosse di fragola e lamelle di mandorla che sono belle da vedere e buone da mangiare!! Un bacio grande a te e buona serata!!

  13. says

    ah ah ah leggendo cannavacciuolo ho pensato alle pacche pazzesche che regala e dopo un secondo avete parlato proprio di quello!! molto carini, eleganti ma anche semplici, li vedo perfetti sempre, a fine pasto in un bel piattino ma anche in un pic nic, a merenda in ufficio, a colazione, per un viaggio e poi si puo’ variare la frutta!
    a proposito di attese prima di mangiare, pensate che io cerco di fare tutto la mattina per poter fotografare e assaggiare a distanza di poco tempo, se faccio un dolce la sera prima rosico al pensiero di far passare una notte poi le foto e infine l’assaggio, l’ingordigia!!!! un abbraccio pancettoso!

  14. says

    Ho visto la foto su Fb e sono venuta subito a leggere l’articolo!
    Io cerco in tutti i modi di mantenere la cucina pulita mentre e cucino e ho capito che ci riesco solo se faccio le cose in modo molto organizzato e con calma, se cucino di fretta per mancanza di tempo o perché sto morendo di fame, ecco allora sembra che in cucina è scoppiata una bomba! E nel mio caso, il malcapitato è mia sorella che torna a casa, si blocca sulla porta e resta senza parola, non sapendo se andare avanti ed entrare in casa o tornare indietro!
    La ricetta mi piace proprio tanto. E sembra davvero semplice e veloce. Sono abbastanza informata sulle alternative vegane in pasticceria, ma sai che questa cosa dei semi di chia non la sapevo? Voglio assolutamente provarci. Grazie.
    Agnese

    • says

      Ciao Agnese felici di aver stuzzicato la tua curiosità con questa ricettina 🙂 Guarda provala perché è davvero facilissima, la cucina non diventa bombardata e in 20 minuti ti ritrovi con un dolcetto da leccarsi i baffi…questi brownies sono buonissimi anche da tiepidi con le gocce di cioccolato fondente che si sciolgono al morso !!!
      I semi di chia sono magici, noi li amiamo tantissimo anche nel pudding perché riescono a creare proprio quella consistenza budinosa….per questo sono ottimi sostituti delle uova, hanno un perfetto potere legante!!
      Grazie mille per essere passata a lasciare un commento, buona serata e a presto!!!

  15. says

    Lilli ciao!! Probabilmente se Cannavacciuolo passasse un po’ di tempo con noi avremmo il busto!! ^^ Fortuna che ha di meglio da fare che passare al Bistrot…sai che in effetti sono perfetti per un pic nic, non ci avevamo pensato! Li vedremmo benissimo anche dentro al tuo zaino verso vette da cui godere di orizzonti aperti e tramonti da film!! Prima della prossima gita passa al Bistrot che te ne facciamo trovare un bento pieno!!! Un abbraccio grande!!!

  16. says

    che meraviglia di foto, per ottenere questi risultati l’attesa e la pazienza sono indispensabili ma poi il premio è assicurato, slurp !Un bacione

  17. says

    Ecco, lo scenario da voi descritto è facilmente ritrovabile anche a casa mia, quando mi vengono i momenti creativi ed il commento di chi entra in cucina di solito è: ma è scoppiata la terza guerra mondiale???
    Ciò premesso devo dire che son stata tipo un quarto d’ora con lo sguardo vacuo davanti alle foto della vostra delizia…poi mi son riscossa, ho stampato la ricetta perchè nel we la provo sicuramente. Divina!!!!

    • says

      Ci rincuora sapere di non essere le uniche casinare^^ Fortuna che poi , molto poi, abbiamo modo di farci perdonare 😀 Questi brownies sono davvero meritevoli, facili e velocissimi!! Facci sapere se provi 🙂
      Grazie mille e un bacione!

  18. says

    Ciao Pancettine confesso di essere bravina perché riesco a mettere via velocemente gli ingredienti e le mille “cianfrusaglie” in cucina, con i bambini si impara ad organizzarsi anche in questo velocemente :)…a meno che loro non decidono di aiutarti e allora caos piacevole assicurato ?! Molto interessante questa proposta senza uova…credo che la preparerò dai miei, visto che abbiamo inondato la mia mami di semi di chia :)! Grazie care e buon weekend Luisa

    • says

      Beata te Luisa, forse col tempo impareremo anche noi a diventare più organizzate in cucina 🙂 Questa è proprio una ricetta che si può preparare ovunque perché a parte una teglia ed un forno non servono altre attrezzature particolari!! Sicuramente verrà gradita 🙂
      Un bacione e buona serata!!

  19. says

    Belli bellissimi, mi piace tanto tutto! E il fatto che nella preparazione si crea poco disastro, ben venga! Anche da me è apocalisse ogni volta che cucino… ^^ però vi dirò mi rilassa cucinare e mi rilassa tanto anche lavare i piatti… insomma io in cucina ci sto proprio bene. Comunque se mi adottate io laverò i vostri piatti in cambio di qualche assaggino: potrete dare libero sfogo alla vostra creatività sporcando anche i muri, che poi ci penso io!!! Belle pancettine non sempre vi commento ma non mi perdo nemmeno un post, siete troppo speciali!

    • says

      Certo che ti adottiamo Ale, saremmo una squadra fantastica, tante cose buone da mangiare insieme, divertimento assicurato e una cucina sempre in perfetto ordine!
      Le pancettine non scappano e ogni volta che passi ci rendi felicissime!
      Un abbraccio grande!

  20. says

    Buongiorno Pancette…ho letto questo post tutto d’un fiato ridendo sotto i baffi (che non ho eh!!….la ceretta me la faccio!) all’immagine esilarante della vostra cucina. Io al contrario, che rasento la follia, scatto soo dopo aver meticolosamente riordinato tutto e anche quando compongo i miei set perdo il doppio del tempo per sistemare, ripulire tutto quello che non mi serve…In pratica ci metto una giornata intera per fare un post: meno male che sono libera professionista!
    Voi comunque siete fantastiche, disordine creativo compreso e sappiate che non vi mollo più. Sarò la vostra stalkerblogammiratrice (in senso buono ovviamente). Potrei avere un pezzetto di brownies che vi è venuto meravigliosamente perfetto??

    • says

      Ahahahahah cara Debora una stalker come te è solamente un onore, firmiamo subito per averti alle costole tutto il tempo!! Noi ti mandiamo una teglia di brownies e tu ci sveli il segreto per riordinare sempre tutto prima di fare le foto?? Noi non resistiamo!! Buona domenica cara, un bacione grande!

  21. says

    Vi capisco benissimo, anzi il mio lavello è molto in sintonia con il vostro. Anzi a volte mi capita di aver il lavello strapieno dopo aver già fatto due o tre passaggi di lavaggio ciotole avendole già sporcate tutte. E io non ho la lavastoviglie 😉 ma vi dirò che a me rilassa anche lavare i piatti. Tutto quello che faccio in cucina mi rilassa.
    Questi brownies hanno un aspetto a dir poco strepitoso, cioccolatosi alla massima potenza ma con il tocco di freschezza delle fragole

    • says

      La prossima cucina dovrà avere come minimo un triplo lavabo ed una lavastoviglie gigante^^ Comunque è vero, pur in mezzo al disordine, stare in cucina rilassa sempre!!
      Grazie Elena, se ti capita provali perché sono davvero deliziosi pur essendo un dolcetto light 🙂
      Un bacione!

  22. says

    Non è facile neanche per me tener tutto in ordine. Dopo, ovviamente rassetto tutto. Ma quando preparo succede un putiferio in cucina. Pensa che quando presi l’impastatatrice l’intento e la meraviglia che mi si era disegnata in testa era proprio quella di sporcare meno!!! Balle!!!! Sporco peggio di prima e addirittura la uso poco.
    Insomma, vi lascio immaginare. Certo è che alla fine la soddisfazione più grande è proprio il risultato. E allora ben venga il disordine ed i pasticci!
    Ciao pancette! Un immenso abbraccio e buon sabato

  23. says

    Sappiate che ho fatto leggere questo articolo a mio marito che tornando a casa prima di dire “ciao” si palesa con “É scoppiata una bomba?” e tempo due minuti si palesa intorno al bancone della cucina reclamando cibo. Dunque non importa il continente, credo che siano tutti uniti dallo stesso destino. E come gli dico sempre, poteva andargli peggio, siete d’accordo? Cmq tornando a parlare di cose serie… altro entrambi i pollici in favore di questi brownies vegani, non solo per la ricetta in sé ma pure per la loro bellezza. Il contrasto fra cioccolata e fragole é meraviglioso!

    • says

      La storia si ripete a qualsiasi latitudine^^ Eh, che ci vogliono fare, siamo fatte così!! A voglia se poteva andargli peggio, poteva capitargli una che apre solo scatolette di latta per cena…..e ce ne sono!!
      Questa ricetta sicuramente la riproporremo in caso di amici vegani, ma non solo, sono davvero ottimi 🙂

  24. says

    Qui alla fine chi riordina e pulisce sono io, Mimma! È chiaro che, pure a casa nostra, la scena che si presenta dopo il montaggio del set fotografico non è meno disastrosa della vostra…!
    Ragazze, scusateci se passiamo un po tardi…baci e, complimenti per il dolce: golosissimo!

  25. says

    io quando cucino non “imbratto” troppo la cucina, anche perchè è una piccola cucina a vista sul soggiorno, quindi ho imparato a “non sporcare troppo”, per i set io ne ho diversi e alcuni sono fuori da casa, sotto i 2 patii coperti in giardino (sono fortunata lì ho tantissima luce naturale)…doppio cioccolato doppia golosità per questi brownies!! Un abbraccio SILVIA

  26. says

    Buongiorno dolcezze ♥ ♥ era tempo che volevo ritagliarmi un pochino di tempo per passare qui al vostro meraviglioso bistrot! Questa ricetta è stupenda!!! E le foto bellissime!!! 🙂
    Un bacio ragazze care!

  27. says

    Adoro questi brownies, li A-D-O-R-O davvero! Umidi e golosi, proprio come devono essere.
    Io invece sono una maniaca delle pulizie, mentre cucino, se non ho tutto pulito non cucino bene, sicuramente è questione di abitudine, dalla mia esperienza in laboratorio dove si veniva bacchettati anche se si lasciava uno spruzzo di farina, beh…l’esperienza mi ha insegnato che la pulizia fa parte della buona riuscita del piatto…ma non vi nascondo che capita anche a me, a volte, di lasciare le cose un po’ così, soprattutto quando sono in fase allestimento set fotografico….d’altronde finché si è nelle proprie cucine e non in quella di Masterchef o di un ristorante stellato, credo che ognuno possa fare come vuole 😉

    • says

      Grazie Vale!questi brownies vegani hanno stupito anche noi, sono davvero ottimi! Tu hai ragione e non sai quanto ci piacerebbe imparare ad essere un po’ più ordinate in cucina 🙂 Magari col tempo succederà!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

: